Chiesa di Santa Maria dell'Ermeta

Sorge sul luogo dove, secondo la tradizione, si sarebbero ritirate in solitudine Thesia e Rutrunda, rispettivamente moglie e figlia del re longobardo Ratchis. La cappella, attestata nel 1296, durante il corso dei secoli stata oggetto di una notevole devozione popolare e nel 1462 fu visitata da Pio II. Nel piccolo edificio, preceduto da un portico, si conserva un rude ed energico "Crocifisso" di incerta datazione che la tradizione vuole scolpito da un eremita del IX secolo.

Volume di riferimento: L'Amiata e la Val d'Orcia


indietro