Eremo del Vivo e Pieve di San Marcello

La pieve di San Marcello oggi completamente trasformata anche nell'orientamento. Consacrata nel 1726, dedicata al pontefice Marcello II, al secolo Marcello Cervini, eletto papa il 10 aprile 1555. L'oratorio di San Bartolomeo, denominato Ermicciolo, fu probabilmente la prima sede dell'Eremo del Vivo, la cui formazione attribuita a San Romualdo all'inizio del XI sec. Il piccolo edificio ad unica navata conclusa con abside semicircolare. Da notare il ricco apparato decorativo della facciata che presenta nella parte superiore una serie di arcatelle pensili sostenute da mensolette e da due colonnette che dividono il complesso decorativo in tre parti. Anche l'abside presenta un coronamento di arcatelle pensili.

Volume di riferimento: L'Amiata e la Val d'Orcia


indietro