Chiesa di Sant'Antonio abate

Ricordata giÓ nel 1448, si distingue per la sua facciata settecentesca. Anche l'interno Ŕ stato rifatto nel Settecento (i due altari laterali datati 1712, l'altare maggiore e il soffitto a lacunari). Nel coro si trova il dipinto di Pietro Sorri raffigurante la "Morte di Sant'Antonio abate" (1602). Nella parete destra si trova il dipinto raffigurante "Cristo crocifisso con la Madonna e i Santi Giovanni Evangelista, Antonio abate e un Santo vescovo" (seconda metÓ del XVI sec.), prossimo ai modi del Riccio. Lungo le pareti della navata e nella controfacciata sono collocate cornici a stucco che racchiudono al loro interno dipinti ad olio su tela di scuola senese della prima metÓ del XVIII sec. con le "Stazioni della Via Crucis".

Volume di riferimento: L'Amiata e la Val d'Orcia


indietro