Chiesa di San Francesco

Oggi non più officiata, è proprietà del comune di Montalcino. Fu riedificata nel XIII sec. sul luogo dove sorgeva la chiesa di Sant'Angelo in Castelvecchio. La chiesa fu trasformata nel XVIII sec. da Tommaso Paccagnini. Conserva affreschi di Vincenzo Tamagni (1510), con "Storie della vita della Vergine", il "Domine quo vadis?" e la "Caduta di Simon mago". Nella navata sinistra, un dipinto di Ventura Salimbeni con "San Simone Stock che riceve dalla Vergine lo scapolare". Da segnalare il dipinto tardocinquecentesco di Alessandro Casolani con l' "Allegoria dell'Immacolata Concezione"; e la "Madonna col Bambino in gloria e Santi" (1710) di Niccolò Lapi.

Volume di riferimento: L'Amiata e la Val d'Orcia


indietro