Chiesa di San Francesco

La chiesa Ŕ di origine duecentesca. L'impianto Ŕ quello tipico delle chiese francescane, a navata unica e scarsella terminale voltata a crociera. Anche la facciata Ŕ improntata all'austeritÓ medicante: solo il portale vi introduce una nota decorativa. All'interno si trovano importanti resti di affreschi trecenteschi, soprattutto nel presbiterio, con "Annunciazione", "Deposizione", "Orazione nell'orto", "Stimmate di san Francesco e santi", dovuti a due pittori senesi della seconda metÓ del Trecento, Cristoforo di Bindoccio e Meo di Piero. Nell'altare sinistro la "Madonna della Misericordia" e i "Santi Sebastiano e Bernardino", della bottega di Luca Signorelli.

Volume di riferimento: L'Amiata e la Val d'Orcia


indietro