Chiesa di San Francesco

Fu eretta, con l'ampio complesso conventuale, nel XIII sec. sulle rovine del cassero medievale. Confermano questa datazione i resti, sulle pareti della navata e della cappella centrale, di affreschi della seconda metà del Duecento, imperniati su temi cristologici e su episodi della vita di San Francesco. Subì tra il XVII e il XVIII sec. massicci interventi di ammodernamento con l'erezione degli altari barocchi, la chiusura delle nicchie affrescate all'inizio del Quattrocento e di parte dei finestroni gotici e l'imbiancatura di buona parte delle pitture murali, quasi tutte risalenti al XIV secolo. L'ultimo intervento di restauro, iniziato alla fine degli anni Ottanta, ha portato al recupero delle tele delle pitture parietali.

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro