Cappella dei Santi Fabiano e Sebastiano

E' il pił imponente tabernacolo viario di tutto il territorio di Asciano, e mostra ancora visibili in facciata le tracce di un arco tamponato, segno dell'originaria funzione di pubblico oratorio, sottolineata anche dalla presenza, sotto l' "Assunzione della Vergine" eseguita ad affresco da Girolamo di Benvenuto, proprio di "San Fabiano e San Sebastiano", protettori contro la peste e le epidemie, e dei tre santi, "San Girolamo", "San Rocco" e "Santa Lucia", dipinti, entro finte edicole, forse dal giovane Girolamo del Pacchia, sul muro a destra dell'altar maggiore.

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro