Chiesa dei Santi Giacomo e Cristoforo a Cuna

La chiesa posta presso l'ingresso della grancia fortificata di Cuna, dipendente dallo spedale di Santa Maria della Scala di Siena. La dedicazione a san Jacopo sembrerebbe confermare la presenza di uno spedale, annesso alla chiesa. Nel 1314 la chiesa venne totalmente ricostruita. L'edificio, interamente in cotto, a unica navata senza scarsella terminale, coronata esternamente da una cornice poggiante su mensolette. L'aula prende luce dall'occhio della facciata e da due finestre di proporzioni ormai gotiche, anche se con arco ancora a tutto sesto di ricordo romanico. L'interno conserva resti di affreschi trecenteschi, tra cui una "Madonna col Bambino e santi", una "Presentazione al Tempio" e una "Adorazione dei Magi".

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro