Chiesa dei Santi Pietro e Paolo

Di struttura architettonica semplice, con il tetto a capanna e la facciata priva di decorazioni, la chiesa fu soggetta nell'XI sec. all'abbazia camaldolese di San Pietro e Roti (nei pressi di Rapolano), quindi alla chiesa di Santa Mustiola a Siena. L'assetto interno risale alla ristrutturazione del 1784; sull'altare maggiore un bassorilievo in terracotta policromata del XVII secolo raffigurante la "Madonna col Bambino", oggetto di grande devozione da parte della popolazione locale.

Volume di riferimento: Siena


indietro