Propositura di San Michele Arcangelo

Il restauro del 1964 ha radicalmente modificato la struttura interna della chiesa, che conserva due belle tele, di ambiente senese tra XVI e XVII sec.: "San Galgano in preghiera", e la "Madonna del Rosario" di Alessandro Casolani. L'oggetto liturgico più rilevante è il reliquiario che contiene la testa di San Galgano, restituito a Chiusdino nel 1977 dopo essere stato a lungo nel Museo dell'Opera del Duomo a Siena. La nuova teca, che vuole evocare la pietra entro cui si conficcò la spada del santo, è in argento sbalzato, opera dell'orafo fiorentino Bino Bini. Dietro l'altare è esposto il "Crocifisso" seicentesco, in legno policromato. Nella casa parrocchiale si trovano una croce astile del XII sec. e una navicella in rame dorato del XIII sec.

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro