Chiesa di San Sebastiano

La chiesa, sede della Compagnia di San Galgano, fu costruita per ospitare le reliquie di San Sebastiano, donate a San Galgano da papa Alessandro III. Sulla facciata, dalla semplice sagoma a capanna, spiccano un occhio con vetrata e un bassorilievo datato 1466 raffigurante "San Galgano" che conficca la spada nella roccia. All'interno conserva alcuni arredi legati alla liturgia della Confraternita, dal Crocifisso processionale coperto da un baldacchino, alle lampade processionali, alla bandiera in seta dipinta con San Galgano inserito in un soleggiato paesaggio. All'altare, una scultura in stucco policromo raffigurante "San Galgano", un "Cristo morto" e una "Vergine Addolorata", ancora oggi utilizzate nelle celebrazioni della Settimana Santa.

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro