Cappella di San Galgano a Montesiepi

Fu costruita sul luogo dove il nobile cavaliere Galgano Guidotti, divenuto monaco cistercense, si ritirò e visse da eremita fino alla morte, nel 1181. Vi è conservata la spada che, secondo la tradizione, Galgano avrebbe infisso nella roccia in segno di rinuncia alla vita mondana. Consacrata nel 1185, possiede una singolare forma cilindrica. Nell'impianto si inseriscono una piccola abside semicircolare e un corpo quadrilatero con funzione di pronao; la copertura è attuata con una cupola emisferica con fasce cromatiche alternate. Nella cappella adiacente, edificata nei primi decenni del Trecento, si conservano affreschi di Ambrogio Lorenzetti, purtroppo deteriorati, con "Scene della vita di san Galgano", una "Maestà" e una "Annunciazione".

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro