Chiesa di Sant'Andrea a Frontignano

Le prime notizie risalgono al XIII sec., quando risultava sotto la giurisdizione dell'abbazia vallombrosana di Torri; in seguito pass˛ sotto quella della pieve di Corsano; pi¨ volte saccheggiata agli inizi del Trecento, prima dalle truppe di Arrigo VII, poi dall'esercito pisano, fu sottoposta a un primo restauro a spese del Comune di Siena nel 1335. Agli inizi del Cinquecento un proprietario terriero del luogo, Girolamo Baldi, don˛ alla chiesa un appezzamento di terreno, e nel 1538 fu concesso alla famiglia il giuspatronato. Un nuovo intervento di restauro fu condotto nel Settecento dagli Zondadari, che ornarono la chiesa di altari barocchi a stucchi, poi eliminati nel corso dei restauri novecenteschi. E' adesso di proprietÓ privata.

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro