Chiesa di San Fortunato

Se ne ha notizia dal XII sec., ma la costruzione attuale risale alla fine del Cinquecento; nel XVII sec. furono eretti i due altari del transetto, in stucco, a imitazione di marmi policromi, con le tele di Astolfo Petrazzi ("I Santi Biagio, Domenico, Caterina da Siena e Sebastiano in adorazione della Madonna col Bambino") e di Dionisio Montorselli ("L'Assunta con San Biagio e un Santo Vescovo"). Anche il fonte battesimale risale alla fine del Seicento: nella vasca č stato riscoperto un fonte pių antico, quattrocentesco, che reca scolpiti festoni, una fascia decorata a fogliame e il monogramma bernardiniano. Da notare anche due acquasantiere: una cinquecentesca e l'altra trecentesca.

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro