Pieve di San Giusto a Balli

E' una delle pi antiche testimonianze dell'arte romanica nel territorio senese, citata gi nel 1078. Nel Seicento fu privata di una delle navate laterali, ridotta a cella vinaria; la struttura a due navate permane ancor oggi. All'esterno, elemento caratterizzante l'abside, con parato che mescola frammenti di travertino a ciottoli di fiume e a pezzi di laterizio; la superficie decorata dal motivo di spartimento in doppie arcate, interrotto al centro dalla monofora e ulteriormente sottolineato dal sovrastante aggetto in mattoni sporgenti. All'interno l'edificio suddiviso in due navate separate da quattro arcate poggianti su pilastri circolari che alternano pietra calcarea e mattone con effetto di bicromia bianco-rosata.

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro