Chiesa di San Michele Arcangelo a Brenna

Fondata nell'XI sec., fu ricostruita nel XVIII sec. L'assetto della chiesa si presenta nell'allestimento settecentesco: al centro dell'altar maggiore, concepito con stucchi alla romana, si trova la tela di Niccolò Franchini raffigurante "San Michele Arcangelo"; negli altari laterali si trova il gruppo dei "Dolenti", modellati in gesso nel Settecento, a fianco del "Crocifisso" ligneo policromato del XIV secolo. Dalla chiesa proviene uno dei manufatti pittorici più antichi della produzione senese: un dossale d'altare di forma trapezoidale, databile alla metà del Duecento, oggi conservato nel Museo Diocesano.

Volume di riferimento: Le Crete senesi, la Val d'Arbia e la Val di Merse


indietro