Chiesa di San Niccolò

Di origine romanica, presenta una pianta con tre absidi semicircolari di cui due incassate nella muratura; quella centrale si apre verso l'esterno con tre monofore. Una serie di archi a tutto sesto impostati su colonne e semicolonne suddivide l'edificio in cinque campate chiuse dalle volte a crociera. Sulla facciata si aprono tre portali più tardi; quello centrale è degli inizi del XIV sec.; anche il portico non è pertinente alle origini della chiesa. La decorazione ad affresco (XVII sec.) è di Francesco Rustici detto il Rustichino. La trecentesca "Madonna" di ambito senese affrescata sull'altar maggiore è oggetto di profonda venerazione, in quanto una leggenda la voleva dipinta dai primi cristiani.

Volume di riferimento: Il Chianti e la Valdelsa senese


indietro