Pieve di San Giovanni Battista a Mensano

Ricordata nella seconda metà del X secolo, è attestata come pieve dal 1171. L'impianto basilicale a tre navate è spartito da archeggiature sostenute da colonne monolitiche. Delle tre absidi che concludono l'edificio soltanto quella centrale mostra la curvatura all'esterno. Da notare anche l'uso in chiave bicroma dei materiali impiegati nel paramento murario. Notevolissima è la qualità dei quattordici capitelli, dalla complessa simbologia di ispirazione sacra, che ornano colonne e semicolonne e che costituiscono forse il ciclo scultoreo romanico più importante del territorio senese, attribuito al maestro pisano Buonamico, attivo nella seconda metà del XII secolo. Da notare anche il fonte battesimale romanico in pietra.

Volume di riferimento: Il Chianti e la Valdelsa senese


indietro