Chiesa dei Santi Quirico e Giulitta

Alla chiesa, sorta nel XVIII sec. sul cinquecentesco oratorio di San Pietro (cui apparteneva l'architrave del portale con la data 1503), fu assegnata la stessa dedicazione che aveva avuto fin dal 918 la "pieve vecchia", eretta nei pressi di Sala, fra la Lima e Casabasciana. Nel 1826 la chiesa, a una navata e con sei altari, fu completamente rinnovata. Vi si venerano le reliquie di San Primo Martire conservate in un vasetto posto accanto a un'immagine in cera del santo. Fra le opere, un' "Ultima Cena" di Giovan Domenico Lombardi, il "Martirio dei Santi Quirico e Giulitta", d'ambito fiorentino; ai lati dell'altare maggiore, due statue lignee raffiguranti l' "Annunciata" e l' "Angelo Annunciante" assegnate a Francesco di Valdambrino (primo decennio del sec. XV).

Volume di riferimento: La Garfagnana, la Media Valle del Serchio e la Val di Lima