Chiesa e convento di San Francesco

Iniziato a costruire nel 1526 e destinato ai padri dell'Osservanza, passÚ poi ai Riformati. Un portico con doppio loggiato, con pilastri in laterizio e colonne in pietra, consente l'accesso alla cappella di Sant'Elisabetta e alla chiesa, a una navata, coperta a volta reale ma prima a capriate lignee. L'altare maggiore, sostituito al precedente nel 1726, recava al centro la statua di "San Francesco", in marmo, dello scultore Pompeo Franchi, ora posta all'esterno. Fra le opere, "Cristo che appare a Santa Caterina" di Pietro Ricchi, e "Scene della vita di San Francesco", affrescate da Domenico Manfredi (1635-37) nelle lunette del chiostro con porticato con pilastri in laterizio e capitelli in arenaria.

Volume di riferimento: La Garfagnana, la Media Valle del Serchio e la Val di Lima