Chiesa dei Santi Giusto e Clemente

Il campanile antico, non più leggibile nella struttura originaria a seguito dei danni subiti nel terremoto del 1920, è parzialmente inserito nella facciata della chiesa, a prova dell'esistenza di una chiesa precedente, dalle dimensioni più contenute. Davanti ad essa un grande loggiato poggia su archi di cotto antico. L'interno, a una sola navata e con abside rettangolare, mostra i segni di una ristrutturazione barocca. Fra le opere, il dipinto del coro, rappresentante la "Madonna col Bambino e i Santi Clemente, Lucia, Giusto e Caterina d'Alessandria" di Giuseppe Antonio Luchi, detto il Diecimino (metà del Settecento), e le due statue in legno policromo dell' "Annunciata" e dell' "Angelo Annunciante" (primi decenni del XIV sec.).

Volume di riferimento: La Garfagnana, la Media Valle del Serchio e la Val di Lima