Chiesa dei Santi Pietro e Paolo a Valdottavo

La chiesa ricordata per la prima volta nel 1032, ma probabile che esistesse gi come chiesa abbaziale di un piccolo monastero dedicato al Salvatore, di cui si ha notizia per l'anno 752. La costruzione attuale, rimaneggiata all'interno e nella zona absidale, riferibile al tardo XI sec. e agli inizi del successivo. La facciata, inquadrata da due paraste angolari, percorsa orizzontalmente da una cornice che la spartisce in due parti: una superiore, in cui si apre una bifora, e una inferiore, interrotta dal portale con arco a tutto sesto. La chiesa conserva un "San Rocco" di Antonio Luchi (XVII sec.), un' "Assunzione" seicentesca e una "Madonna con i santi Francesco e Antonio" (1716).

Volume di riferimento: La Garfagnana, la Media Valle del Serchio e la Val di Lima