Chiesa di San Cristoforo

Fondata nell'812, al primitivo edificio a navata unica, di cui resta l'architrave, reimpiegato nel portale d'ingresso, si sostitú nel X sec. una struttura a tre navate, il cui paramento esterno e l'apparato decorativo vennero rinnovati alla fine dell'XI sec. A tre navate spartite da pilastri con abside, con facciata a capanna dalla struttura assai ribassata e con spiovente unico, presenta un paramento a bozze accuratamente squadrate. Le membrature architettoniche disegnano nettamente la struttura geometrica dell'edificio, concluso nella parte superiore da archeggiature in origine decorate da bacini ceramici oggi perduti. L'apparato decorativo delle mensole che sostengono gli archetti alterna, a motivi tratti dal repertorio altomedievale, elementi ad ovoli e dentelli di matrice classica. La chiesa fu trasformata fin dal XVI sec.: la facciata assunse una struttura ad oratorio con ampie finestre ai lati della porta, protetta da una tettoia; all'interno vennero inserire volte al posto delle originarie capriate.

Volume di riferimento: La Piana lucchese e la Versilia


indietro