Pieve di San Paolo

Ricordata dall'VIII sec., è la più antica pieve del territorio. L'attuale impianto a navata unica risale al XII sec. I fianchi sono coronati da archetti monolitici sostenuti da mensole, decorate a fogliami spinosi. La facciata a capanna è caratterizzata da un gioco cromatico creato sia dalla muratura a fasce alternate bianche e grigie, sia da una loggetta cieca che corre sotto il timpano. Nei capitelli delle colonnine è evidente l'esperienza di una maestranza di cultura biduinesca. Una ristrutturazione del XVII sec. ha modificato la struttura medievale che ora si presenta a croce latina con un ampio transetto e la facciata preceduta da un portico. Tra le opere, due tavole di Agostino Marti con gli "Evangelisti Andrea e Giovanni" (metà XVI sec.).

Volume di riferimento: La Piana lucchese e la Versilia


indietro