Pieve di San Lorenzo

Le prime notizie relative alla pieve risalgono all'anno 816; l'impianto odierno, alterato nel XVIII secolo nella zona absidale, può tuttavia essere ricondotto al XII secolo. La zona più significativa dell'edificio, a tre navi divise da colonne, è costituita dalla facciata a doppio spiovente e navata centrale emergente, dalla peculiare impostazione a fasce bicrome. Una soluzione, questa, che documenta l'avvenuta assimilazione delle novità pisane del Duomo di Buscheto e, nella libera disposizione delle arcate e nella scelta di un ricco repertorio decorativo, la loro libera fusione con modelli di tradizione lucchese.

Volume di riferimento: La Piana lucchese e la Versilia


indietro