Chiesa di San Tommaso

Presenta l'assetto acquistato in seguito alla radicale ricostruzione avvenuta tra il XII e XIII sec. Ha struttura a navata unica con paramento in laterizio tranne che in facciata, rivestita in calcare bianco. Il portale reca una decorazione a tralci rigonfi riferibile a una maestranza di Guidetto. L'interno è stato totalmente trasformato tra Seicento e Settecento; di questa fase restano opere di alcuni tra i più interessanti pittori attivi a Lucca, come il "Sant'Antonio da Padova" di Gian Domenico Ferrucci, e la "Predica di San Francesco Saverio" di Antonio Franchi. Di particolare rilievo sono tre grandi tele di Giovanni Coli e di Filippo Gherardi, l' "Immacolata Concezione", l' "Incredulità di San Tommaso" e il "Martirio di San Tommaso".

Volume di riferimento: Lucca


indietro