Chiesa del Suffragio

E' tra le poche chiese costruite a Lucca ex novo nel corso del Seicento. Eretta nel 1634, sul luogo della sepoltura dei morti della peste del 1630, l'unico intervento realizzato in patria da Francesco Buonamici. Di particolare interesse la facciata, a tre ordini scanditi da lesene, che nel registro inferiore racchiudono tre arcate che definiscono un vestibolo voltato da cui si accede alla chiesa. L'interno, a navata unica con cappelle laterali, decorato da stucchi, fu completato nel 1675 con l'edificazione di un maestoso altare delimitato da quattro colonne a spirale e sormontato da un timpano spezzato ornato da angeli, che per volere di Elisa Baciocchi fu donato nel secolo scorso al Duomo di Ajaccio, dove si trova tuttora.

Volume di riferimento: Lucca


indietro