Chiesa di Sant'Anastasio

Gi esistente nel IX sec., si presenta nell'aspetto assunto in seguito a una ristrutturazione duecentesca. A navata unica, costruita in laterizio, mentre la parte inferiore della facciata in calcare bianco. Nella parte alta della facciata sono inseriti bacini ceramici del XIII sec. I due leoni che ornano i capitelli di stipite del portale centrale appartengono a una bottega di lapicidi che ripropongono motivi decorativi tratti dal repertorio diffuso da maestro Guidetto tra XII e XIII sec. Gli spazi interni furono completamente ridisegnati alla fine del XVI sec. La copertura a capriate venne sostituita da una volta a botte e nuovi dipinti furono predisposti per gli altari. Chiusa al culto, destinata a sede di associazioni giovanili.

Volume di riferimento: Lucca


indietro