Abbazia di Farneta

Il monastero benedettino risale, secondo alcuni, all'età longobarda, ma di esso abbiamo notizia soltanto in un documento del 1014. Nel Duecento arrivò a controllare gran parte della parte inferiore della Val di Chiana. Nel XV sec. era ormai in decadenza e nel 1799 fu soppresso. La chiesa è a una sola navata con transetto sporgente in cui si aprono cinque absidi. Insolita la soluzione del transetto absidato, e inconsueta anche la presenza, all'interno, del presbiterio con le absidi fiancheggiate da nicchie quasi a formare un trifoglio, rimosse nel 1924 perché ritenute aggiunte posteriori. Il motivo è ancora presente nella cripta, coperta con volte a crociera senza sottarchi, sostenute da colonne e capitelli romani di spoglio.

Volume di riferimento: Cortona e la Valdichiana aretina


indietro