Chiesa di Sant'Andrea di Saltocchio

L'attuale struttura edificata tra i primi del Settecento e gli inizi dell'Ottocento, a navata unica con transetto, sostituisce un edificio di origine medievale di cui rimane solo un archivolto di ciborio riferibile all'VIII secolo, scolpito sul retro da un'epigrafe romana. La chiesa attuale conserva all'interno una tavola centinata con "Sant'Andrea tra i Santi Pietro, Pancrazio, Biagio e Paolo" e in alto la "Madonna in gloria tra le Sante Agata e Caterina", opera di Gherardo delle Catene, pittore modenese operoso a Lucca attorno al quarto decennio del Cinquecento.

Volume di riferimento: Lucca


indietro