Chiesa di San Francesco

Fu fondata con il convento annesso nel 1523, ampliato nel Seicento. Attorno al 1830 Luigi Ademollo dipinse i "Miracoli di Sant'Antonio da Padova" nel loggiato, le "Storie della vita di San Francesco" nel chiostro ed "Episodi della vita di Cristo e della Vergine" nell'atrio del convento. Fra le opere, una "Visione di Sant'Antonio da Padova" di Orazio Fidani (metà del Seicento) e la pala con "San Luigi di Francia" e i "Santi Francesco di Paola ed Elisabetta di Ungheria" (1700) di Gian Domenico Gabbiani. Nel 1743-1744 un frate pittore, Alberico Clemente Carlini, realizzò due grandi tele con la "Cacciata dei Mercanti dal tempio" e "Gesù tra i dottori", otto tondi con "Santi francescani" e le "Quattordici Stazioni della via Crucis".

Volume di riferimento: La Piana lucchese e la Versilia


indietro