Chiesa dei Santi Lorenzo e Barbara

Già dipendente dalla pieve di Vallecchia, se ne distaccò solo nel 1670, a conclusione di imponenti lavori di ristrutturazione iniziati alla fine del Cinquecento e proseguiti nel Seicento con la costruzione di due navate laterali e la creazione degli arredi in marmi colorati, tra cui l'altar maggiore e il pulpito, attribuibili a Jacopo Benti. Particolarmente fastosa la cappella del Soccorso, con le statue dei "Santi Gioacchino e Anna" e una pala marmorea (1727) con "Gloria di angeli". Al Seicento risale anche gran parte dell'arredo pittorico, tra cui spicca la "Pentecoste" del Passignano. Il ciborio in marmo a tempietto, con il "Redentore, santi e angeli" intagliati in bassorilievo, è della fine del Cinquecento.

Volume di riferimento: La Piana lucchese e la Versilia


indietro