Collegiata dei Santi Martino e Leonardo

Sorta nel XVI sec. e ristrutturata nel Settecento, ad unica navata affiancata da sei cappelle, con copertura a botte. Sul corpo longitudinale si innesta un transetto voltato a botte nei bracci e marcato da una cupola al loro incrocio. La facciata, in semplice laterizio, ha un evidente sviluppo ascensionale. All'interno si conservano l' "Incoronazione della Vergine con angeli e santi" di Luca Signorelli e aiuti (1523), la "Crocifissione con la Vergine, San Giovanni Evangelista, Santa Maria Maddalena, San Benedetto e un angelo" di Orazio Porta, una cinquecentesca "Madonna della Misericordia", e una pala d'altare in terracotta invetriata con la "Madonna della Cintola con San Tommaso e San Leonardo", attribuita ad Andrea Della Robbia (1502).

Volume di riferimento: Cortona e la Valdichiana aretina


indietro