Chiesa di San Simeone

La chiesa č ricordata fin dal 1230 nella giurisdizione del vescovo di Cittā di Castello. Le sue origini si legano al castello di "Mons Herculis" (Monterchi), dedicato a San Simeone e sottoposto alla signoria dei Tarlati da Pietramala, che ebbero fino al 1440 il patronato della chiesa. Dopo il passaggio alla nuova diocesi di Sansepolcro (1520), l'edificio originario fu ampliato e trasformato nel 1533. L'aspetto attuale il č frutto di una totale ricostruzione nel 1830-1832 e di successivi interventi di restauro dopo i danni subiti nel 1890 e nel terremoto del 1917, fino all'ultimazione del campanile nel 1960.

Volume di riferimento: Arezzo e la Valtiberina


indietro