Ex chiesa di Santa Maria Maddalena

Originata dall'oratorio trecentesco della Compagnia di Santa Maria Maddalena istituita nel 1334 per accogliere a vita monastica meretrici e donne in difficoltà, divenne dal 1530 la chiesa dei Minori Osservanti. La trasformazione cinquecentesca comportò la costruzione del grande portale in pietra sulla facciata (1559). Il complesso conventuale venne soppresso nel 1866 e da allora ospita l'Agenzia Coltivazione Tabacchi. I dipinti cinquecenteschi e secenteschi che ornavano gli altari si trovano nel Museo Civico, mentre all'interno è ancora conservato un soffitto ligneo a lacunari ottagonali dipinti con "Storie della vita della Madonna" e figure di "Santi" (sec. XVII), notevole esempio della tradizione locale di lavorazione artistica del legno.

Volume di riferimento: Arezzo e la Valtiberina


indietro