Chiesa di Nostra Signora della Misericordia

L'edificio venne eretto nel 1628-1629 da Gian Francesco Bergamini su commissione di Carlo Cybo Malaspina, immediatamente al di fuori della vecchia cinta muraria cittadina, in una zona che si sarebbe provveduto a risanare. La chiesa, a pianta centrale coronata da una cupola impostata su un tamburo ottagono, si esempla sulle planimetrie centriche tipiche dei santuari suburbani realizzati fra Cinque e Seicento nel territorio mediceo: planimetrie che segnavano, in piena cultura tardo-manierista, un recupero delle teorizzazioni e dei modelli dell'Umanesimo. All'interno va segnalata la "Madonna della Neve" di Domenico Fiasella e una "NativitÓ" del Cigoli.

Volume di riferimento: Massa, Carrara e la Lunigiana


indietro