Chiesa di San Tommaso Beckett

La chiesa nota con il titolo di Sant'Antonio ma il suo titolare antico San Tommaso Beckett di Canterbury, la cui morte ebbe vasta eco nell'Europa medievale. Non nota la data della sua fondazione che forse precedente alla prima menzione nel 1450: a quell'et appartiene infatti una "Madonna col Bambino" che era stata posta nella nicchia centrale della facciata. La storia della chiesa, ma anche la sua struttura architettonica, stata da sempre legata ai destini del castello malaspiniano e del borgo, detto il Verdentro, a forma circolare, che riprende la cinta muraria del castello di piano di Pallerone. Venne restaurata nel 1704 nelle forme barocche tipiche delle chiese minori della campagna lunigianese.

Volume di riferimento: Massa, Carrara e la Lunigiana


indietro