Pieve di Santo Stefano a Sorano

La pieve di Santo Stefano a Sorano (il cui castello, nella forma Soreon, ricordato dal geografo imperiale del VII secolo Giorgio Ciprio) situata sul fondovalle della Magra ed attestata per la prima volta fra le pievi confermate nel 1148 da papa Eugenio III al vescovo di Luni. Privato di parte della copertura fin dal XVIII secolo, l'edificio ha impianto basilicale a tre navate (le laterali in parte riadattate a cappelle in epoca moderna). Costruita in ciottoli fluviali, percorsa nell'abside da specchiature includenti rombi definiti da arcate cieche importate su lesene. Controversa la sua datazione, che viene fatta oscillare attorno all'XI secolo.

Volume di riferimento: Massa, Carrara e la Lunigiana


indietro