Santuario della Madonna della Neve

Fu costruito dagli abitanti di Capoliveri per custodire l'immagine della "Madonna della Neve" a cui č dedicato. Beneficio ecclesiastico di patronato del comune di Capoliveri, la chiesa e i terreni adiacenti, che probabilmente comprendevano un romitorio annesso alla parte absidale pių antica, vennero affidati alla custodia di due romiti e la loro amministrazione a due priori annuali laici. Sotto il Granducato di Toscana l'amministratore divenne unico e furono apportati migliorie e accrescimenti. Nel 1817 era presente un solo eremita.

Volume di riferimento: Livorno, la Val di Cornia e l'Arcipelago


indietro