Santuario della Madonna delle Grazie

Nel Cinquecento fu sede di monaci agostiniani, che ancora lo officiavano nel 1773, e poi di romiti. L'edificio, a croce latina, dominato da una cupola seicentesca cui si affianca un tozzo campanile di tipo orientale. La chiesa conserva nell'interno, dal soffitto ligneo a cassettoni e affrescato nel 1903-1904 dall'elbano Eugenio Allori, un organo settecentesco e il famoso dipinto con la "Sacra Famiglia", attribuito a Marcello Venusti, oggetto di particolare venerazione. In occasione di un restauro del 1960 sul capo della Madonna stata sovrapposta una corona votiva, elemento devozionale ricorrente in altre tele elbane.

Volume di riferimento: Livorno, la Val di Cornia e l'Arcipelago


indietro