Chiesa di San Nicola

E' la parrocchiale dell'attuale centro abitato, nato nell'XI sec. attorno al Forte di San Giorgio. La chiesa che, secondo la tradizione, deve il proprio nome alla statua lignea di San Nicola ripescata in mare e tuttora visibile all'interno, impostata su tre navate separate da pilastri e caratterizzata da decorazioni a stucco eseguite nel XVIII sec. da maestranze locali. Lungo le navate si aprono numerose cappelle, tra cui quella di Sant'Erasmo, tradizionalmente di pertinenza dei pescatori, e quella di Sant'Agostino. Di un certo interesse sono anche la tela dell' "Annunciazione" (primo quarto del XVIII sec.), e quella raffigurante la "Vergine con Santa Caterina e San Domenico" (1665). Nell'abside il coro ligneo settecentesco.

Volume di riferimento: Livorno, la Val di Cornia e l'Arcipelago


indietro