Chiesa di Sant'Ilario

La chiesa presenta un'inconsueta forma trapezoidale dovuta all'aggiunta quattrocentesca della navatella sinistra. L'edificio mantiene una parte originaria, risalente al periodo romanico, costituita dal lato destro e dalla facciata, il cui portale a tutto sesto un rifacimento in stile; la navata sinistra, per i caratteri formali, da ascrivere al XIV-XV secolo. All'interno si conservano due acquasantiere marmoree ottogonali: la prima, trecentesca, a riquadri con elementi fitomorfici e geometrici e con teste umane e zoomorfe; l'altra, nella zona absidale, opera, come il ciborio, di artisti locali e risale al XVI secolo. Di particolare interesse la tela con la "Madonna del Rosario".

Volume di riferimento: Livorno, la Val di Cornia e l'Arcipelago


indietro