Chiesa del Santissimo Crocifisso

Fu fondata nel 1587 ma l'aspetto attuale si deve agli interventi voluti nel 1922 dal conte Walfredo Della Gherardesca. Sulla facciata a capanna si apre il portale sovrastato da una lunetta a sesto acuto in cui raffigurata a mosaico l'immagine del "Cristo morto". Sul lato destro si trova una seconda porta conclusa da una lunetta a tutto sesto con lo stemma Della Gherardesca. Lungo le pareti interne corre una semplice decorazione pittorica che simula un basamento marmoreo con inserti di forma geometrica. Tra gli arredi originali, l'altare a sarcofago - che contiene la statua del "Cristo morto" - impreziosito da un pannello in legno dorato che si apre al centro a forma di croce, e il "Crocifisso" ligneo quattrocentesco, particolarmente venerato.

Volume di riferimento: Livorno, la Val di Cornia e l'Arcipelago


indietro