Chiesa dei Santi Stefano e Giovanni Evangelista

Ad aula a pianta rettangolare, fu costruita intorno al 1643 per iniziativa della Pia Casa di Misericordia di Pisa. Sulla semplice facciata si apre il portone d'ingresso sormontato da un frontespizio interrotto con al centro lo stemma dei Cavalieri di Santo Stefano. In alto si staglia lo stemma della Pia Casa della Misericordia. Nel 1944 l'edificio fu minato nella parte absidale, provocando la distruzione del campanile, del presbiterio e di parte della canonica. Degli arredi originali sono sopravvissuti due tabernacoli e un fonte battesimale del XVII sec., mentre sono da segnalare, fra le opere moderne, le quattordici stazioni della "Via Crucis" e le sculture rappresentanti l' "Ultima Cena" e la "Resurrezione di Gesł" di Rolando Filidei.

Volume di riferimento: Livorno, la Val di Cornia e l'Arcipelago


indietro